Il mio pensiero artistico

Il mio pensiero artistico

Considero la mia vita artistica una presenza, una testimonianza, consapevole che i giorni non sono solo quelli di relazione economica, di interscambio utilitaristico, ma vi è un qualcosa d'altro che agisce nella sfera dell'anima. Cerco quindi di esprimere, con la mia interiorità, la mia sensibilità, attraverso le espressioni che mi sono più congeniali, quello che vedo, quello che sento, percepisco: io in mezzo agli altri, nella contemporaneità della mia esistenza, uomo che si pone la domanda della relazione fra sé e l'universo, fra sé e l'infinito. La poesia è il mezzo con il quale metto a nudo la mia anima. Disciplina che ritengo sia, in epoca di smarrimento e perdita di autenticità, la voce più pura che l'uomo possa esprimere, quella che non obbedisce a regole di nessun tipo: economico, politico, ecc... La poesia, che in questo periodo storico non viene ascoltata, può costituire un elemento di salvezza per l'umanità, essendo in essa rivelato ciò che l'uomo veramente è: il suo essere e non il suo apparire. Alla poesia intendo affidare, non per scelta ma per vocazione, il mio pensiero artistico.
Sono debitore del progetto globale del "narrare", in chiave poetica, di quello che è la vita, la vita quotidiana, la vita dell'anima nella quotidianità presente,   nel suo passato privato e pubblico, dell'uomo al centro del mondo e dell'universo,  di tutto il tempo, facendo uso come cardine alla memoria che rivive e di nuovo colora, ad alcune letture insistite di autori del novecento letterario quali: Pirandello, Musil, Svevo, Proust, Saba e Penna.

I racconti che sono andato scrivendo negli anni e  ancora scrivo, sono complementari alla poesia, venendo dopo come impegno, come attenzione, addirittura per un decennio tacitati per non intralciare il cammino dell'altra. La pagina dedicata alle immagini presenta quello che è il mio lavoro visivo, aggiornato ad oggi, costituendo non un lavoro fotografico, come avviene nella sezione in cui é esposta la poesia dove le stesse hanno funzione di separatore e, al tempo stesso, di atmosfera documentaria associata, ma documentazione di un lavoro senza nessuna alterazione: l'intervento artistico è nell'operazione a monte e la fotografia documenta solo quello che è.. un'idea.

2008